Make your own free website on Tripod.com

Capranica On-Line

Arciconfraternita SS. Sacramento

E-Mail
Contatti


Crocifisso

ORIGINE E DENOMINAZIONE
(cenni storici)

Arciconfraternita SS. Sacramento di Capranica

 
 

Le origini storiche dell'Arciconfraternita del SS. Sacramento si possono far risalire al XIII secolo quando a seguito del Miracolo di Bolsena A.D. 1263 papa Urbano IV estese a tutta la Chiesa la celebrazione della festività del "CORPUS DOMINI".

In quel periodo sorsero numerose le confraternite dedicate al SS. Sacramento grazie all'aiuto di S. Tommaso D'Aquino che ne compose l'Ufficio ed in particolare all'apporto di San Bonaventura da Bagnoreggio con la promulgazione della Bolla "TRANSITURUS" dell'8 settembre 1264. Un particolare incremento di queste Confraternite e alle solenni processioni venne da una delle sessioni del Concilio di Trento (1545 - 1563), quando ogni Vescovo la rese obbligatoria in ogni parrocchia della sua Diocesi.

Lo spirito della Confraternita fu quello di una esperienza di comunione e di partecipazione sia in campo spirituale sia nel campo sociale.

Oltre a diffondere il culto verso il SS. Sacramento, i confratelli di allora si distinsero nel soccorso alla popolazione colpita più volte da calamità naturali come la peste e la lebbra, si prodigarono a soccorrere gli infermi e a seppellire i morti abbandonati sulle strade.
Da queste esperienze nacque l'esigenza di difendersi dai contagi ed indossarono così sacchi i iuta ricoperti di calce.

La veste - Fare clic per ingrandire (21KB)L'attuale "VESTE", oggi manifestazione esteriore di fede, vuol ricordare appunto quelle testimonianze di aiuto cristiano.

La Confraternita del SS. Sacramento di Capranica fu attivissima in ogni settore, in un documento del 1574 riferito ad una visita Apostolica si fa riferimento alla confraternita del SS. Sacramento che faceva uso dell'Oratorio: luogo sottostante alla chiesa di San Giovanni.

L'attuale Oratorio, oggi utilizzato come sede e rimessaggio per tutti i materiali dell'Arciconfraternita, nei secoli scorsi era un vero luogo di preghiera (la parola stessa deriva dal latino ORARE cioè PREGARE), di dimensioni leggermente più piccole, assunse l'attuale grandezza tra il 1815 ed il 1840 quando fu edificata la nuova attuale chiesa di San Giovanni.

Nella visita pastorale del 1696 il cronista così descrive:
Altare del Crocifisso - Fare clic per ingrandire (59KB)"...poi attraverso la medesima chiesa (San Giovanni), discendendo i 39 scalini di pietra, pervenne all'Oratorio della confraternita del SS. Sacramento, dove i confratelli sogliono convenire nelle feste per recitare l'Ufficio della Beata Vergine Maria, nel cui altare ... l'immagine rappresenta il Cristo Signore in una statua scolpita e chiusa nell'armadio di legno dipinto all'interno con stelle dorate e all'esterno con sportelli dorati, a tre ordini di colonne di legno con cornici e ornamento costruiti in bello stile (Barocco), le colonne sono dorate ed hanno come rifinitura superiore cornici di legno parimenti dorate e le insegne del SS. Sacramento poste nel mezzo di nuvole dorate".
Questa descrizione speculare è riferita allo stesso altare dove ancora oggi è custodito il SS. Crocifisso (primo altare di destra) nel Duomo di San Giovanni.

Il Crocifisso - Fare clic per ingrandire (16KB)Il Sacro Crocifisso Ligneo, con la sua espressione di dolore e di maestà, opera di autore ignoto risalente al XV secolo che oggi si venera con molto devozione, divenne il simbolo della confraternita e fu spesso portato in processione per le vie di Capranica per intercedere contro calamità che più volte si abbatterono sul nostro paese.

Alcune iscrizioni riportate sul retro della Croce che sorregge il SS. Crocifisso citano date ed eventi come:

  • Il 23 Agosto del 1837 il SS. Crocifisso fu portato in processione per le vie di Capranica per difendere la popolazione dal colera "MORBUS" che infestava alcune città vicine.
  • L'8 Dicembre 1848 la Sacra Immagine del SS. Crocifisso fu portata in processione sino alla chiesa della Madonna del Piano per far cessare il terribile inverno iniziato il 30 Novembre dello stesso anno.
  • Negli anni 1862-1863-1864-1865 fu spesso portato in processione per difendere Capranica dalle epidemie di febbre "TERZANA - QUARTANA SUB CONTINUA" che causò molte vittime.

Nel 1850, durante una Assemblea Generale, fu deciso di aggregarsi all'Arciconfraternita della SS. Trinità dei Pellegrini di Roma, e a seguito di tale evento, per "INDULTO PONTIFICIO" assunse la denominazione di "ARCICONFRATERNITA DEL SS. SACRAMENTO".

Dal Febbraio 1891 all'Aprile del 1892 il Crocifisso fu tolto dall'altare per restaurare ed ornare l'altare e la cappella. Le due pitture laterali della cappella raffiguranti una apparizione della Santa Croce all'Imperatore Costantino e l'altra la SS. Divinità sono opera del pittore Luigi FONTANA ROMANO celebre pittore della fine dell'Ottocento.

Nel 1933, per il XIX Centenario della Redenzione il SS. Crocifisso fu portato solennemente in processione il giorno 3 Maggio e da quella data restò riposto nel suo altare (tranne per un restauro eseguito nel 1961) sino al 6 Maggio 1984, quando a conclusione dell'Anno Santo straordinario proclamato da S.S. Giovanni Paolo II, fu portato solennemente in processione per Capranica seguendo il nuovo percorso per quartieri di Valle Santi, Sacro Cuore e Ruscelli.
Alla processione, accompagnata dal Vescovo Mons. Marcello ROSINA, hanno partecipato anche la Confraternita di Maria SS. Delle Grazie e quella del Santo Patrono San Terenziano.
A ricordo di quella data e del nuovo percorso nei quartieri sopra citati l'Arcicinfraternita eresse tre cappellette votive dedicate al SS. Crocifisso.

Nel 1994 il Crocifisso è stato sottoposto ad un radicale restauro conservativo ad opera della Sovrintendenza dei Beni Storici e Culturali grazie all'interessamento del Dr. Alfredo Giacomazzi.
Una targa in ottone ai piedi della croce ricorda l'avvenimento.

L'Arciconfraternita raggiunse il suo massimo splendore nel XVIII secolo quando contava numerosi Confratelli e all'inizio del 1800 la sua struttura organizzativa era composta da un settore femminile con circa 230 Consorelle.

Dal 1950 sino alla fine degli anni settanta si registrava una progressiva decadenza.

La festività della Santa Croce o del SS. Crocifisso era celebrata sempre il 3 Maggio di ogni anno, giorno in cui la Chiesa celebrava la "INVENZIONE DELLA SANTA CROCE" e nello stesso giorno a Capranica si celebrava la "PRIMA COMUNIONE":

Nel 1972, anche a seguito della decisione della Chiesa di celebrare la Invenzione della Santa Croce il 14 settembre e soprattutto per le mutate condizioni sociali, l'Amministrazione propose un referendum tra i Confratelli per spostare la festività alla prima domenica di Maggio. La maggioranza dei Confratelli votò a favore, molti anche se contrari si adeguarono, altri per protesta, abbandonarono l'Arciconfraternita.

L'anno 1984 segna l'inizio della rinascita dell'Arciconfraternita, furono prese molte iniziative tra le quali il nuovo percorso della processione, la cerimonia serale della vigilia con l'investitura dei nuovi Confratelli, molti giovani fecero il loro ingresso e soprattutto molti bambini.

Miniprocessione - Fare clic per ingrandire (28Kbyte)Proprio nel 1986, l'Amministrazione volle istituire la MINIPROCESSIONE, l'iniziativa raccolse subito il favore di tutta Capranica e soprattutto l'entusiasmo dei bambini che vedevano concentrata su di loro una attenzione particolare.
Tutte le attrezzature, riprodotto in miniatura, sono portate ogni anno in processione notturna per le via del Centro Storico e tra questa la figura di un artistico Crocifisso della Val Gardena che posto su di una mini macchina è portato a spalle da quattro bambini trasmettendo alla folla tenerezza e commozione.

Nel 1987 anche le bambine, indossando una veste appositamente studiata per loro, partecipano alla Miniprocessione e proprio da questa iniziativa che l'Amministrazione iniziò a prendere in considerazione il ripristino del Settore Femminile che si concretizzò nel 1995.

Il Settore Femminile costituisce una struttura determinante nella vita dell'Arciconfraternita che la arricchisce e la completa in ogni aspetto facendola protendere verso il Terzo Millennio con orizzonti cristiano-sociali e caritativi smarriti nel tempo.

L'anno 1998, anno in cui il presente Regolamento Interno e lo Statuto sono approvati l'Arciconfraternita del SS. Sacramento di Capranica è formata da:

  • 238 Confratelli
  • 53 Consorelle
  • 150 Bambini e Bambine
 
 

Capranica On-Line

Arciconfraternita SS. Sacramento

E-Mail
Contatti


Questa pagina è stata visitata contatore volte dal 10 giugno 1998.


ultimo aggiornamento: 18 novembre 2000
è vietata la riproduzione, anche parziale, del contenuto di questa pagina
pagina realizzata da
ICF Multimedia (c) 1997-1999.